Tel. 0332 813456 / Siamo aperti dal Lunedì al Giovedì dalle 10.00 alle 20.00 - da Venerdì al Sabato dalle 9.00 alle 20.00

Eritema solare. Prevenire e curare
17/07/2017

L’eritema solare è una manifestazione infiammatoria della pelle causata da una eccessiva e prolungata esposizione alla luce solare, ovvero alle radiazioni dei raggi ultravioletti (raggi UV).

Questa reazione è estremamente variabile per gravità, spaziando dalla scottatura fino all’ustione di primo o secondo grado.

Eritema solare: come si manifesta?

 

L’eritema solare si manifesta generalmente entro 12 h dall’esposizione solare ed è caratterizzato da una serie di sintomi caratteristici:

  • desquamazione superficiale,
  • secchezza cutanea,
  • prurito,
  • dolore,
  • gonfiore,
  • edema cutaneo,
  • vesciche.

Inoltre, possono comparire sintomi sistemici come febbre, brividi, debolezza e shock.

L’eritema solare richiede un pronto intervento ed estrema prudenza, in quanto nel tempo può rivelarsi pericoloso per la salute. Determina, infatti, un aumento del rischio di sviluppare pigmentazioni cutanee, incrementa la formazione di rughe e facilita l’insorgenza di tumori curanei

L’eritema solare si risolve in modo spontaneo in 4-5 giorni, duranti i quali  bisogna evitare l’esposizione ai raggi del sole.

 

Soggetti a rischio

 

I soggetti maggiormente a rischio sono coloro i quali hanno una maggiore vulnerabilità all’esposizione solare.

L’eritema solare è correlato al tipo di fototipo della cute, ovvero la classificazione dermatologica determinata in base alla quantità di melanina presente nella pelle e alla reattività nei confronti dei raggi solari. Il fototipo determina la predisposizione ad abbronzarsi e la sensibilità agli effetti infiammatori dei raggi UV.

Gli individui maggiormente più esposti ai rischi delle radiazioni dei raggi ultravioletti, sono:

  • soggetti con carnagione, occhi e capelli chiari ( Fototipo I);
  • bambini sotto i 3 anni di età
  • anziani.

Trattamento Farmacologico

 

Nei casi più severi l’eritema solare può richiedere un trattamento medico, simile a quello delle ustioni termiche. Se si presentano i sintomi tipici dell’eritema solare, al fine di alleviare i sintomi, è possibile trattare le zone interessate tramite:

  • impacchi freddi a base di acqua fresca;
  • utilizzo di farmaci FANS per via orale al fine di alleviare i sintomi;
  • creme con proprietà lenitive a base di vaselina per mantenere idratata la pelle.

 

È fondamentale prestare una maggiore attenzione a ustioni solari caratterizzate da vescicole e bolle al fine di evitare sovrainfezioni batteriche; in questi casi il medico può prescrivere antibiotici ad uso topico da applicare localmente e medicazioni sterili, mentre bisogna evitare farmaci contenenti agenti cortisonici e antistaminici per evitare una reazione fototossica al sole.

Prevenzione

 

La reazione cutanea  tipica dell’eritema solare è influenzata, oltre che dal nostro tipo di pelle, dalla quantità di raggi UV.

Durante le prime esposizioni al sole, è bene ricordare di

  • non prendere il sole nelle ore più calde della giornata (tra le 10 e le 16),
  • evitare zone presenti superfici riflettenti la luce, come neve, specchi d'acqua e sabbia.
  • prestare attenzione alle parti del corpo più sensibili come occhi, naso e labbra.
  • indossare indumenti a trama fitta, cappelli e occhiali da sole;
  • applicare creme solari ad alta protezione dai raggi UV.

 

Project & Infrastructure by sr(o)